Vuoi sapere cosa succede al tuo corpo se smetti di mangiare pane e pasta per qualche giorno?

loading...

Molte diete si basano sull’eliminazione dei carboidrati, ma ciò che non tutti sanno è che, in generale, quando si tolgono dal regime alimentare intere categorie di nutrienti, è bene conoscere i rischi cui si può andare incontro. Le conseguenze, spiega a Corriere.it il professor Pietro A. Migliaccio, nutrizionista presidente emerito della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (S.I.S.A.), possono essere anche a lungo termine.

Ecco cosa succede al tuo corpo se smetti di mangiare pane e pasta:

– Perdi peso, ma si tratta di liquidi, non di grasso.
– I carboidrati sono la principale fonte di energia per il cervello, quindi quando si riducono o si eliminano, il cervello si annebbia. Ci si sente come se si avesse l’influenza.
– Dato che i carboidrati sono una fonte di energia, tagliandoli le prestazioni calano.
– «I carboidrati inducono la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore della serenità e della tranquillità, che fa pure passare la fame. Siano semplici o complessi, quando vengono tolti il nostro benessere mentale potrebbe peggiorare», spiega Pietro Migliaccio.
– I carboidrati raffinati alzano i livelli di zucchero nel sangue e attivano anche i centri di dipendenza del cervello, facendo sì che torni quasi subito la voglia di rimangiare gli alimenti che hanno questo “potere”.
– Uno studio del 2014 ha rilevato che i carboidrati raffinati fanno salire i livelli di un acido grasso che aumenta il rischio di malattie cardiache e diabete di tipo 2, però, secondo l’American Heart Association i cereali integrali migliorano i livelli di colesterolo nel sangue e riducono il rischio di malattie cardiache, ictus, obesità e diabete di tipo 2. La conclusione è la seguente: anziché rinunciare ai carboidrati, basta optare per quelli integrali.
– Problemi di stitichezza: l’assunzione di cereali integrali è importante per innalzare la quantità di fibra che si assume.

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *