Si mastu*ba di fronte all’asilo. Immigrato morde carabiniere durante il fermo

loading...

Arrestato nigeriano 41enne intento a masturbarsi di fronte ad un asilo a Roma. Durante il fermo morde un carabiniere

 Una coppia che passava di fronte all’Università per Bambini a Roma lo ha visto con i pantaloni abbassati e intento (secondo loro) a urinare di fronte all’asilo.

 La verità però si è rivelata ancora peggiore (e hard): il 41enne nigeriano, infatti, si stava masturbando davanti ai bambini.

L’intervento dei carabinieri

L’increscioso episodio risale al pomeriggio di ieri. I due coniugi hanno avvertito le forze dell’ordine e sul posto si sono catapultati i carabinieri del nucleo radiomobile. Pensavano si trattasse di semplice (se così si può dire) degrado. Ma quando si sono avvicinati all’uomo hanno scoperto che teneva i pantaloni abbassati fino all’inguine per una performance di auto-erotismo. Ad insospettire i militari il fatto che il nigeriano era in quella posizione da troppo tempo per essere impegnato solo ad espletare un bisogno corporale.

I carabinieri hanno cercato di fermare lo straniero senza fissa dimora (e che non parla bene l’italiano), ma questi – una volta finito di fare quel che non avrebbe dovuto nemmeno cominciare – si è avventato contro gli uomini in divisa. Nella concitazione dell’arresto l’immigrato ha pure morso uno dei due tutori dell’ordine, ferendolo.

Carcere per l’immigrato

Ammanettato, il nigeriano è stato processato per direttissima con le accuse di resistenza e violenza ai danni di pubblico ufficiale, atti osceni in luogo frequentato da minori e rifiuto di declinare le proprie generalità. “Per lui è stata prescritta la visita al Celio – scrive il Tempo – per verificarne le condizioni di salute. A piazzale Clodio l’accusa, rappresentata dal pm Gianluca Mazzei, ha chiesto per il 41enne la custodia in carcere. Una misura accordata poi dalla Corte“.

http://www.ilgiornale.it/

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *