Rimane incastrato durante un rapporto con una scrofa, costretto a chiamare i soccorsi

loading...

Rimane incastrato durante un rapporto con una scrofa, costretto a chiamare i soccorsi

È proprio vero che i veri animali sono gli esseri umani… Questa storia ne è la prova. David Chavez, di Hendersonville, nella Carolina del Nord (Usa) stava sfogando le sue perverse passioni con una scrofa, ma non tutto è andato come pensava. Infatti il suo pene è rimasto incastrato nella povera bestia. E proprio grazie a quest’imoprevisto che il mascalzone è stato colto con le mani nel sacco (per usare una metafora). È stato proprio un contadino nel posto a scoprirlo mentre era intento a stuprare la scrofa. Prontamente lo ha denunciato alla Polizia, spiegando che il Chavez stava consumando “rapporti inappropriati” con un maiale sulla sua proprietà. Chavez è stato quindi arrestato ed è ora in attesa di giudizio.

Rimane incastrato durante un rapporto con una scrofa, costretto a chiamare i soccorsi

Il contadino ha raccontato di aver sentito “strani rumori” provenienti della porcilaia nel retro della sua proprietà. Così ha subito afferrato il suo fucile, ed è uscito di casa e si è precipitato a soccorrerle… trovandosi poi davanti una scena “surreale”: “Quando l’ho visto sono rimasto schoccato. Gli ho urlato di staccarsi dal mio animale, altrimenti gli avrei sparato. Ma lui ha risposto gridando che non riusciva a muoversi perché aveva il pene incastrato nella vagina della scrofa. A questo punto ho dovuto chiamare le forze dell’ordine per farlo arrestare, ma anche per liberare la povera scrofa.”

“Quando siamo arrivati – ha spiegato il sergente Simon Cooper, del Dipartimento di Polizia di Hendersonville – erano perfettamente incastrati. Non è il tipo di situazione che ci aspettiamo di solito, anzi: la cosa ci ha enormemente irritato. Abbiamo dovuto usare dell’acqua calda per staccarli”.

Fonte: caffeinamagazine.it

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *