Predisse l’11 settembre e lo tsunami 2004, ecco cos’ha detto sulla Terza Guerra Mondiale

loading...

L’arte della divinazione, o lettura del futuro se preferiamo, è sempre stata ritenuta particolarmente affascinante da qualsiasi cultura e popolazione sin dagli albori dell’umanità. Non è infatti un mistero che cartomanzia, astrologia e molte altre arti e tecniche vennero inaugurate allo scopo primario di interpretare “i segni”, di provare a capire cosa ci avrebbe aspettati in futuro. Si trattava di un mestiere molto ben retribuito d’altronde, capace di dare grandi soddisfazioni, come testimoniano le vicende di molti maghi ed indovini di corte.

Predisse l’11 settembre e lo tsunami 2004, ecco cos’ha detto sulla Terza Guerra Mondiale

Della divinazione fanno parte anche tecniche come l’interpretazione dei sogni (quella di matrice magica o mistica ovviamente, non certo quella freudiana) e, sebbene le tre grandi religioni monoteiste (ebraismo, cristianesimo ed islam) neghino la possibilità della divinazione e la attribuiscano alle forze malvagie, cionondimeno anche molti reggenti e personaggi storici appartenenti alle suddette correnti religiose si trovarono a chiedere il consulto di un indovino. Insomma, il fascino che esercita la possibilità di scrutare nel futuro è immenso. Ma c’è una persona in particolare che ne fece un’arte straordinaria di recente.

Stiamo parlando di Vangelia Pandeva Dimitrova, un arte Baba Vanga, indubbiamente l’indovina più celebre del secolo scorso nonché una delle più famose dell’intera storia, sia pure sempre dietro all’inarrivabile (quantomeno per fama e reputazione) Nostradamus. Baba nacque nei Balcani, in Bulgaria, e sin dalla sua nascita si capì subito che era una bambina speciale: venne al mondo cieca. Ma a quanto pare, con la capacità di vedere altre cose molto meno scontate. Suggestione o realtà? Sta ad ognuno deciderlo per sé.

Fatto sta che Baba, secondo coloro che sostengono le sue capacità, con le sue celebri frasi fu capace di predire avvenimenti come lo tsunami del 2004, l’ascesa degli estremisti islamici, l’attacco alle Torri Gemelle del 2001, il surriscaldamento globale e persino l’elezione a presidente degli USA di un uomo di origini africane. Insomma pare proprio che la talentuosa Baba un occhio nel futuro l’avesse davvero, tantopiù contando che molte delle sue profezie furono pronunciate in gioventù, nei primi decenni del XX secolo.

Predisse l’11 settembre e lo tsunami 2004, ecco cos’ha detto sulla Terza Guerra Mondiale

Molto di ciò che si dice che Baba Vanga abbia predetto, però, lei stessa non ha potuto vederlo: la veggente morì nel 1996 a causa di un tumore all’utero. Aveva 85 anni. Da allora però il culto della sua immagine non si è placato, anzi è persino diventato più ferreo se possibile, dal momento che la sua stessa casa è diventata una sorta di museo dell’occulto e che numerosi sono coloro che credono alle sue profezie, anche fra gli alti funzionari dei Paesi della fu Unione Sovietica.

Predisse l’11 settembre e lo tsunami 2004, ecco cos’ha detto sulla Terza Guerra Mondiale

 

Ma cos’ha detto Baba sul nostro futuro prima di morire? Ebbene, la veggente ha spiegato che dopo il 44° presidente degli Stati Uniti d’America (Barack Obama) sarebbe arrivato un uomo, il 45° presidente (che oggi ha nome e volto di Donald Trump) che avrebbe provocato una clamorosa guerra tra il Nord ed il Sud. Inoltre Baba Predisse che la Primavera araba sarebbe stata la miccia che avrebbe acceso la terza guerra mondiale. Interpretazioni arbitrarie dei suoi seguaci, o effettivi poteri di divinazione? A voi la risposta. Ma tutto ciò è davvero inquietante!

http://www.fidelityhouse.eu/

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *