Peli pubici: vuoi davvero estirparli? Leggi qui perchè non devi più farlo

loading...

I peli pubici, uno dei grandi misteri della natura. Nessuno infatti riesce a dare una spiegazione certa sulla loro utilità. Se nessuno sa, quindi, perché la natura c’è ne abbia fatto dono, una cosa è certa, è diventata una moda tagliarli o modellarli a piacimento. C’è chi preferisce il triangolino, chi la striscetta, chi nulla ecc ecc. Tutta una questione di gusti personali della donna, o del suo uomo. Ma ci sono alcune cose che quasi nessuno sa sui peli pubici, vediamone ora alcune interessanti.

Peli pubici

1. Nel settecento era uso comune raderli del tutto per questione di igiene. Però la nudità era considerata tabù anche durante i rapporti intimi e quindimolte donne usavano delle apposite parrucche. 2.  Gli scienziati non sono riuscito a dare una risposta certa sul perché il corpo umano ne sia provvisto. In molti sono concordi che sia per via dell’odore che i peli riescono a trattenere e che avrebbe attirato i nostri antenati. Si tratta comunque solo di supposizioni. 3. Mai dare per scontato il loro colore. Se pensavate che una bionda avrà per forza i peli pubici biondi, vi sbagliavate di grosso. Il colore dei capelli e dei peli del corpo è dato dalla malelanina che può essere presente in diverse quantità nelle diverse parti del corpo.

Peli pubici

4. Secondo alcuni studiosi hanno la funzione di proteggere la pelle di quella zona del corpo durante i rapporti intimi. Anche questa è però solo una teoria. 5. Depilarmi subito dopo il ciclo è meno doloroso. Come mai? Dopo il ciclo la pelle è meno sensibile al dolore. 6. In antichità i nostri antenati mostravano fieri i loro peli pubici. Al contrario di quanto accade oggi, infatti, non erano coperti. Questo perché gli uomini mostravano con essi laloro virilità e le donne avvisavano, attraverso di esso, di essere pronte a procreare. Oggi hanno invece solo un significato estetico.

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *