Ferme le trattative Lega-M5s. Salvini: “Senza soluzioni governiamo da soli”

loading...

Il leader della Lega Matteo Salvini è pronto ad andare al governo da solo con il centrodestra, se il MoVimento 5 Stelle non rivedrà le sue posizioni e non si aprirà al dialogo. “La strada è semplice – dice Salvini da Terni -: noi vogliamo dialogare con tutti, eccezion fatta per il Pd. Se gli altri non ci stanno le vie sono due: o andiamo al voto, dove penso potremo vincere da soli superando chi pone veti e fa capricci, oppure, come extrema ratio, andiamo da soli, ci facciamo carico noi della situazione”. Il leader della Lega non chiarisce però fino in fondo le sue intenzioni e a chi gli chiede se punta a cercare i voti in Parlamento, replica sorridendo: “Io non faccio il cercatore d’acqua. Vale quello che ho detto”.

Secondo Salvini il centrodestra “può dialogare con i secondi arrivati se questi ci stanno a ragionare, a mettere giù i programmi ed essere responsabili, se la smettono di mettere veti, bene, si parte”. Altrimenti o si torna alle elezioni o il centrodestra è pronto ad andare a governare da solo, secondo il segretario del Carroccio. Salvini afferma ancora: “Farò il possibile per dare un governo serio, onesto e concreto all’Italia, io ascolto tutti ma non ci facciamo mettere i piedi in testa da nessuno. Conto di tornare a Terni per festeggiare un sindaco in gamba e di tornarci da presidente del Consiglio”.

Salvini rivolge anche un appello ai suoi alleati di Forza Italia: “L’unica alternativa al Pd è la Lega, deve essere chiaro una volta per tutte che siamo radicalmente alternativi alla sinistra”, dice rivolgendosi direttamente al partito di Silvio Berlusconi. Non manca, da parte del leader del Carroccio, un giudizio sull’operato del MoVimento 5 Stelle nelle città in cui amministra: “La prova del governo, se devo giudicare da come stanno gestendo Roma, Livorno e Torino, è preoccupante. Noi, invece, governiamo bene da anni regioni importanti”. In ogni caso Salvini ribadisce di essere al lavoro “per una soluzione di buon senso e normalità”. E, infine, ancora un attacco a Luigi Di Maio: “Io continuo a volere il dialogo e a sperare che tutti vogliano governare questo Paese, ma se vuoi costruire qualcosa di concreto non puoi metterti sul piedistallo e dire, come faceva Alberto Sordi, io sono io e voi siete… poca roba”. fanpage

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *