Bergamo, bimba azzannata alla testa dal cane di famiglia: è grave. IL cane sarò abbattuto

loading...

La piccola, di 14 mesi, è sedata in terapia intensiva allʼospedale Papa Giovanni XXIII. Il suo quadro clinico è molto serio. Il tragico racconto del padre: “In tre per staccarlo, non riuscivamo”

Bergamo una bimba di 14 mesi è stata azzannata alla testa dal cane di famiglia, Leone, un incrocio tra un boxer e un pastore tedesco. Il fatto è avvenuto domenica sera nell’abitazione dei genitori. La piccola, dopo essere stata operata alla testa, si trova sedata in terapia intensiva all’ospedale Papa Giovanni XIII: la prognosi resta riservata, in un quadro clinico molto serio. Il tragico racconto del padre: “In tre per staccarlo, non riuscivamo”.

A raccontare i tragici momenti, all’Eco di Bergamo, è il padre della piccola, Max Maldonato, 38enne boliviano in Italia dal 2001: “È stata questione di istanti: la mia bimba camminava avanti e indietro sul divano e, venendo verso di me, è caduta in avanti, finendo sulla seduta accanto a me: a quel punto il nostro cane Leone, che era per terra lì davanti, è scattato e l’ha azzannata alla testa, trascinandola sul pavimento. E non la mollava più: io e due nostri amici, che erano a cena da noi, abbiamo cercato di staccarlo, ma invano. Alla fine gli ho messo la mano in bocca e gliel’ho aperta con la forza della disperazione restando anche io ferito”.

Il cane, secondo quanto raccontato dal padre, non aveva mai dato segni di squilibrio, “anzi, dormiva sotto la culla e spesso nel lettone vicino alla nostra piccola”. Dopo l’aggressione è stata immediata la chiamata al 118: il padre ha avvolto la piccola in una coperta ed è corso incontro all’ambulanza. Il personale sanitario ha preso in carico la bimba, trasferita poi d’urgenza al Papa Giovanni per essere operata: risultava molto grave, infatti, la ferita alla testa, sul lato destro. La madre, in queste ore, è sempre rimasta al fianco della figlia.

All’ abitazione della coppia sono giunti i carabinieri della stazione di Bergamo Bassa, che hanno ricostruito i fatti e, come atto dovuto, denunciato a piede libero il padre della piccola con l’ accusa di lesioni colpose. Il cane è stato preso in carico dal servizio veterinario dell’Ats di Bergamo: “Lo terranno in osservazione per alcuni giorni, ma io non lo voglio più vedere – ha precisato il papà – e chiederò che venga abbattuto”.

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *