11 rimedi casalinghi per l’acufene.

loading...

Un ronzio fastidioso e interminabile… Ecco come chi soffre di acufene lo descrive. Questo problema influenza significativamente la vita di queste persone – sicuramente un modo per prevenire l’aggravarsi dei sintomi è dormire a sufficienza e cercare, per quanto possibile, di non cedere allo stress.

Pixabay

Le cause dell’acufene sono molteplici: vanno da un trauma acustico ad un’otite mal curata, al mero stress. Se avvertite i sintomi di questa problematica, dovreste contattare tempestivamente un otorino. L’acufene trattato ad uno stadio iniziale può essere curato con farmaci come il cortisone, oppure con rimedi naturali: le possibilità di recupero sono maggiori. Se l’acufene persiste per più di 3 mesi, potrebbe diventare cronico.

C’è sempre la possibilità di fare qualcosa di concreto per cercare di contrastare questa malattia, soprattutto se volete farlo in modo naturale. Ecco come possono aiutarvi questi 11 suggerimenti.

1) Oli essenziali

È stato riscontrato che alcuni oli come quello di lavanda e d’oliva, sono molto utili nel trattamento dell’acufene, grazie al loro potere rilassante. Basta lasciar agire nelle orecchie, ogni giorno, 10 gocce di olio.

2) Ginkgo biloba

Questa pianta medicinale ha degli effetti benefici per la circolazione. I disturbi circolatori pare siano una causa comune dell’acufene. Pertanto potreste valutare di assumere del ginkgo, sotto forma di compresse, ogni giorno.

3) Curcuma 

Pixabay

La curcuma ha un comprovato effetto anti-infiammatorio. E questo è particolarmente importante quando l’acufene è provocato da un’infiammazione. Quando quest’ultima scompare, generalmente ci si libera anche del fastidio.

4) Zinco

Non solo unghie fragili, sistema immunitario debole e problemi alla pelle: anche la comparsa di un fischio alle orecchie può indicare una carenza di zinco. In questo caso, potrete assumerlo sotto forma di integratore alimentare, o inserire nella dieta alimenti che ne sono ricchi. Ad esempio: manzo, semi di zucca, fegato, cozze, semi di anguria e sesamo.

5) Zenzero

Pixabay

Lo zenzero è un alleato prezioso dell’apparato circolatorio. Per questo si rivela estremamente efficace nel trattamento naturale dell’acufene. A tal proposito, vi consigliamo di bere del tè con 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato, tre volte al giorno. Assicuratevi di lasciare in infusione per almeno 10 minuti, prima di bere. In alternativa, potrete direttamente assumere dello zenzero fresco, mescolato a del miele, sempre tre volte al giorno. Ultimo consiglio: se avvertite una pressione all’orecchio, masticate un poco di radice di zenzero e il problema si attenuerà.

6) Vitamina B12

Come vi abbiamo già detto, l’acufene è spesso provocato dallo stress. È stato rilevato che una carenza di vitamina B12 può essere tra le cause. Come primo passo, dovreste dunque integrare questa vitamina attraverso la dieta. Gli alimenti che ne sono ricchi sono: uova, latte, fegato, granchio e pesce in genere. Poiché la vitamina B12 si trova solo negli alimenti di origine animale, vegani e vegetariani potrebbero decidere di assumerla sotto forma di integratore.

7) Magnesio

Per chi soffre di acufene a causa di un trauma acustico o di un’improvvisa perdita dell’udito, il magnesio può alleviare il disagio in modo efficace: diversi studi lo hanno confermato. La dose consigliata è 300 mg al giorno, da assumere sotto forma di integratore.

8) Aceto di mele

Pixabay

L’aceto di mele può combattere batteri, funghi e infiammazioni nell’orecchio, aiutando a far scomparire l’acufene. Mescolate dell’acqua con 2 cucchiaini di aceto di mele, con un poco di miele e bevete questa miscela due volte al giorno.

9) Actaea racemosa

Gli studi hanno già rilevato l’efficacia della Actaea racemosa nel trattamento dell’acufene. Vi consigliamo dunque di assumere quotidianamente 5 mg di questa pianta sotto forma di tè, compresse o come estratto secco da mangiare. Attenzione: le donne in gravidanza o che hanno dei tumori nell’area genitale dovrebbero astenersi dall’assumerne. Questo perché la pianta ha degli agenti che intervengono sul sistema ormonale.

10) Basilico indiano

Pixabay

Se soffrite di ronzii alle orecchie, o di otite, dovreste assolutamente provare il Tulsi, anche detto basilico sacro indiano. Ha un effetto antibatterico e si dimostra efficace contro quei batteri che provocano per l’appunto il disturbo alle orecchie. Mettete due manciate di foglie di basilico indiano nel frullatore e mescolate fino a che non avrete ottenuto una pasta omogenea. Passate quindi in un setaccio per ottenere un succo. Scaldatelo un poco e poi diluite nelle orecchie 2 o 3 gocce con una pipetta. Ripetete il trattamento per 2-3 volte al giorno, per almeno 4 giorni.

11) Vitamina A contenuta negli alimenti

L’acufene può essere innescato anche da una mancanza di vitamina A – questa infatti consente all’orecchio di funzionare bene, di assorbire i suoni efficacemente e di processarli in modo adeguato. Gli alimenti ricchi di vitamina A sono: carote, zucca, ananas, patate dolci, sedano e spinaci.

Ecco una serie di altri suggerimenti utili per chi soffre di acufene:

  • bere molta acqua
  • evitare alcol, caffeina e sigarette
  • praticare sport in modo regolare
  • seguire una dieta sana, ricca di frutta e verdura
  • rilassare costantemente i muscoli attraverso massaggi e trattamenti che liberano dalla tensione

Come potete vedere, anche un disturbo così fastidioso come l’acufene può essere contrastato con una serie di trattamenti e buone abitudini, da integrare nella nostra vita quotidiana. I rimedi casalinghi potranno (a differenza dei medicinali) forse non mostrare subito il loro effetto benefico, ma sul lungo raggio avranno un’efficacia senz’altro più valida. Siate pazienti e affidatevi a Madre Natura!

fonte qui

loading...

PER IL METEO DELLA TUA CITTA' CLICCA QUI'

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *